SHINJEEG2


  
Sintesi degli episodi da 1 a 13 (numerazione giapponese)
Episodio 01

titjap01

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 01. Build Up, Kotetsu Jeeg!
Ideogramma Jap: 01. ビルドアップ! 鋼鉄ジーグ!!

Sintesi Episodio
La vicenda ha inizio quando il professor Shiba, durante uno scavo archeologico, rinviene con sua grande sorpresa una piccola Campana di Bronzo (Dotaku).
Anno 2025. Cinquant'anni dopo il ritrovamento l'anziano e coriaceo professore ricorda gli avvenimenti accaduti un tempo: Jeeg unito ad Antares venne sopraffatto da Himika e quando ormai sembrava tutto perduto, la sagoma della campana di bronzo emerse dalla fronte di Jeeg per emettere un raggio energetico luminoso.
La proiezione risveglia la Mitica Spada Kusanagi, nascosta all' interno di un vulcano: l'energia della Kusanagi crea una sorta di barriera che isola la zona del Kyushu dal resto del Giappone, avvolgendola perennemente da una nera coltre di nembocumuli, usciti dal vulcano.


Il vero protagonista della vicenda è il Kenji Kusanagi, un giovane di 17 anni che frequenta Super Scuola Superiore dove eccelle nella pratica di arti marziali quali Judo, Aikido, Karate e Kendo. Il ragazzo inoltre è pilota una moto HMB (Hyper Motor Bike) con la quale disputa competizioni agonistiche assieme al suo amico-rivale Kyo.
Durante una tranquilla giornata di sole, degli strani segnali energetici vengono rilevati dalla zona isolata, e un terribile terremoto sconquassa la città, e parte della montagna frana disastrosamente, riportando alla luce dei manufatti di un'epoca ormai dimenticata. Gli oggetti misteriosi, simili a campane di terracotta, si animano magicamente e si aggregano tra loro formando un terribile mostro di roccia che inizia a muoversi ed attaccare la città.
Kenji, per stabilire chi è il miglior pilota, ha sfidato il rivale Kyo in una gara personale ma presto è costretto ad abbandonare la gara: il giovane, assieme a Tsubaki (nipote di Miwa e coetanea dei ragazzi), viene richiamato alla base degli eroi.
Kusanagi si affretta per raggiungere il tempio e avvisare Miwa dell'accaduto e la donna, per nulla sorpresa dell'accaduto, lo conduce dentro una grotta al cui interno è custodita una fantascientifica Hyper-Bike. Miwa consegna a Kenji la moto assieme a due guanti con l'emblema del fulmine e la chiave della moto, che ha le sembianze della testa di Jeeg.
Il mostro raggiunge il tempio e il ragazzo fa appena in tempo a inforcare la moto e fuggire a perdifiato, inseguito dal nemico.
Nel frattempo la marina nipponica si è attivata e dalla costa attacca il mostro con missili e armamenti pesanti, senza però alcun risultato.
Kenji continua a fuggire quando improvvisamente tre caccia avveniristici, pilotati da delle ragazze (Yagyu, Saotome e Mido), iniziano ad attaccare e rallentare il mostro. La fuga continua perchè il mostro non demorde quando improvvisamente ecco apparire il Big-Shooter, navetta di supporto pilotato da Kyo e Tsubaki. La ragazza preme un pulsante e lancia i componenti che, come attratti magneticamente, inseguono il povero Kenji, sempre più inconsapevole di quello che sta succedendo.
Grazie al display della moto Kenji viene informato su quanto gli sta accadendo e gli viene ordinato di unire i due pugni all'altezza del petto. Il ragazzo, più incredulo che spaventato, avvicina i pugni e la Hyper-Bike viene avvolta da un campo elettro-magnetico che la solleva verso l'alto. Il ragazzo preme un pulsante sul manubrio, le leve ruotano e comincia la trasformazione del mezzo che diventa la testa di Jeeg, all'interno del quale si forma un abitacolo protetto per il pilota rinchiuso all'interno.
I componenti si uniscono tra loro e la testa completa la formazione, dando origine a Jeeg.
Il ragazzo è meravigliato di quanto è successo e stenta a credere alla situazione in cui si trova ma non c'è tempo per pensare: il Professor Shiba e Kyo esortano Kenji a combattere, ma il mostro è più veloce e afferra il robot scagliandolo per terra.Il pilota non si fa spaventare e con una mossa di judo atterra il gigantesco mostro di roccia che rovina al suolo.
Il combattimento continua, e la guerra contro gli Haniwa Genjin è appena iniziata...

Credits Episodio
Sceneggiatura: Hayakawa Tadashi (早川正)
Storyboard: Kawagoe Jun (川越淳)
Regia: Kawagoe Jun (川越淳)
Direzione dell'animazione: Kikuchi Akira (菊池晃)


Episodio 02

titjap02

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 02. Yomigaeru Himika! Fukkatsu! Jamatai Oukoku
Ideogramma Jap: 02. 蘇る妃魅禍! 復活! 邪魔大王国

Sintesi Episodio
Continua il furioso combattimento tra Jeeg e il terribile mostro di roccia. Kenji è un fascio di nervi e tempesta il nemico con una raffica di pugni, ma la vittoria arriva quando, grazie ai consigli dei compagni, utilizza il Knuckle Bomber che distrugge il nemico. Il ragazzo, fisicamente provato, affronta così la nuova realtà in cui si viene a trovare, quale pilota di un super robot, anche se le spiegazioni sono esigue. Kenji si scontra anche con le tre terribile Build Angels, che pilotano i caccia da combattimento che quasi sforacchiavano il giovane prima di combattere col nemico. Ma non c'è tempo per riflettere o riposare: la regina Himika è risorta dalle profondità della terra, assieme ai suoi vassalli: Ikima, Amaso e Mimashi. Un terribile mostro attacca la città e Kenji deve nuovamente inforcare la moto e trasformarsi in Jeeg.

Credits Episodio
Sceneggiatura: Hayakawa Tadashi (早川正)
Storyboard: Oohira Naoki (x) (大平直樹)
Regia: Oohira Naoki (x) (大平直樹)
Direzione dell'animazione: Ebara Yasuyuki (x), Abe Munetaka (x) (江原康之,阿部宗孝)


Episodio 03

titjap03

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 03. Jajauma Nara Shi! Sakuretsu! Jigoku Binta
Ideogramma Jap: 03. じゃじゃ馬ならし! 炸裂! 地獄ビンタ

Sintesi Episodio
Sconfitto nuovamente il mostro, Kenji può finalmente prendersi un momento di pausa alla Build Base, e ottenere finalmente quelle risposte che tanto cerca. E' la nonna di Tsubaki, Miwa, che si prende la briga di raccontargli la storia fin dall'inizio. 50 anni fa, la regina Himika dell'Impero Jamatai e i suoi Haniwa Genjin iniziarono la loro guerra all'umanita'. Grazie agli studi del professor Shiba, i tecnici della base sono riusciti a prevedere la loro venuta e per questo questo motivo il governo ha fatto costruire la Build Base per fermarli. Nonostante l'annullamento dell'effetto sorpresa, le battaglie, che si concentravano nel Kyushu diventavano piu' intense ogni giorno che passava, finche' le Forze di Difesa del paese furono costrette in una situazione molto difficile. Il governo ordino' l'evacuazione del Kyushu e si decise di condurre un'ultima sortita contro la base del nemico ad Aso. Hiroshi, nella forma di Jeeg, affiancato da Miwa sul Big SHooter. combattè una strenua battaglia contro Himika, e i suoi Aniwa Genjin. Il Big Shooter venne colpito e finì al di fuori del campo di battaglia, mentre Jeeg, in palese difficoltà affrontava la sua nemesi. Improvvisamente la campana di bronzo emerse sulla fronte del robot e un raggio luminoso innescò gli avvenimenti che sigillarono il regno Jamatai e il Kyushu fino ai giorni nostri. In seguito, tutti gli istituti di ricerca della terra cercarono di svelare i segreti della zona ma rimasero perlopiù solo dei misteri attorno alla zona, che ora si è espansa fino a contenere persino la Build Base. A Kenji viene anche rivelata dal professore una frase assai criptica: egli è stato scelto da Jeeg stesso affinchè lo piloti. Il ragazzo non capisce a fondo l'affermazione, ma molto semplicemente accetta la cosa con entusiasmo, per il pure fatto di essere un prescelto e per i vantaggi che a scuola potrebbe darlgi con le ragazze. Kenji viene rapidamente riportato coi piedi per terra da Kyo, che in palestra gli rifila una lezione di Judo. Al ragazzo non mancano forza e resistenza, ma i suoi movimenti sono semplici e prevedibili, frutto di una notevole inesperienza. Poco dopo le Build Angels avvistato un Haniwa Genjin nei pressi della citta' disabitata di Hakata: le soldatesse rallentano la sua avanzata, per consentire l'ingresso in campo di Kenji a bordo di Jeeg. Il mostro ha delle sembianze equine e, a dispetto dell'apparenza, è agile e veloce. Kenji impiega nuove armi per il corpo a corpo ma il nemico, capace anche di trasformarsi, torna presto in vantaggio. Tsubaki, ricordando i discorsi fatti con la nonna, sul suo ruolo come pilota del Big Shooter che con Jeeg forma un solo corpo e una sola anima, entra in azione e affronta l'Haniwa Genjin, distraendolo quanto basta per consentire a Jeeg di rialzarsi. Kenji chiama il Jeeg Bazooka, una tremenda arma agganciata alla spalla destra che esplode un proiettile che devasta il mostro di Himika mettendo fine alla battaglia.

Credits Episodio
Sceneggiatura: Takahashi Natsuko (高橋ナツコ)
Storyboard: Kawamura Tomoyuki (x) (河村智之)
Regia: Kawamura Tomoyuki (x) (河村智之)
Direzione dell'animazione: Itou Takeshi Shi (x) (伊藤岳史)


Episodio 04

titjap04

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 04. Kesshi No Suichuu Batoru! Ressha Hou (Giga Shooter ) Junbi Yoshi!
Ideogramma Jap: 04. 決死の水中バトル! 列車砲(ギガシューター)準備よし!

Sintesi Episodio
Alla base si stanno effettuando le riparazioni delle parti danneggiate, e si prepara una squadra che si introduca nella vecchia Build Base al fine di recuperare dei dati preziosi. Il team della base penetra nell'installazione, nelle condizioni in cui era stata lasciata 50 anni prima tranne per le tracce di un recentissimo attacco. Durante l'esplorazione, alla Build Base scatta un allarme: sono state individuate delle truppe nemiche nei pressi di Nagasaki, in particolare vicino alla base Sasebo. Le Build Angels e il Big Shooter rientrano per raggiungere Kenji sul campo di battaglia, dove il nemico è un terribile mostro marino. Il combattimento in acqua è penalizzante per Jeeg ma grazie alla riscoperta del cannone ferroviario Giga Shooter, vengono lanciati i Componenti Marini che consentono a Kenji di combattere ad armi pari. E' una battaglia disperata ma alla fine l'eroe ha la meglio.

Credits Episodio
Sceneggiatura: Soto Ike Shouji (x) (外池省二)
Storyboard: Tobe Atsuo (x) (戸部敦夫)
Regia: Noborizaka Susumu (x) (登坂晋)
Direzione dell'animazione: Iguchi Tadakazu (x), Yamashita Masahito (x) (井口忠一,山下将仁)


Episodio 05

titjap05

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 05. Mugamuchuu ? Osoreru Beshi, Jama Dai Oukoku No Wana
Ideogramma Jap: 05. 無我夢中? 恐るべし,邪魔大王国の罠

Sintesi Episodio
Kenji è parecchio affamato, e di fronte ad una tavola riccamente imbandita, ricorda con Tsubaki lo scontro odierno con l'ennesimo Haniwa Genjin, misteriosamente scomparso in un lampo di luce dopo un duro combattimento. Scorrono le immagini, i dialoghi tra Miwa e la nipote alla quale spiega la storia della nuova Build Base, i ricordi del suo arrivo e la presentazione a Kyo, primo pilota del Big Shooter, gli ultimi ricordi di Kenji dei propri genitori, che lo lasciarono per il progetto di costruzione della Raikoba, la moto ipertecnologica che ora pilota, il primo giorno di scuola, i ricordi di una festa di paese quando Kenji e Tsubaki erano piccoli.. tra un ricordo e l'altro, si ripresenta più volte la scena della caffetteria e Kenji ha come l'impressione di aver appena mangiato e di aver rivissuto la situazione... improvvisamente i ragazzi si chiedono se tutta la situazione non sia un sogno e ripensano a come si è concluso il combattimento con l'Haniwa Genjin perchè nessuno ha il ricordo del finale della battaglia. Gli eroi della base si rendono conto di trovarsi in una dimensione onirica generata e mantenuta dal nemico, e devono trovare il modo di uscirne: grazie ad un collettivo sforzo di volontà gli eroi si liberano dalla stretta ipnotica e Kenji finisce il nemico prima che possa tentare di nuovo una nuova ipnosi collettiva. La battaglia sembra terminata ma ecco apparire sul campo di battaglia un gigantesco essere dalle sembianze di una tigre. In principio Kenji si prepara ad attaccarlo, seguito a ruota dalle Build Angels ma un urlo di Kyo ferma i compagni: senza dare spiegazioni il ragazzo avverte che non si tratta di un nemico, ma di un essere che intende valutare le potenzialità di Jeeg. Kenji, sicuro delle sue potenzialità, viene presto umiliato dal felino che gioca con Jeeg come se fosse una bambola di pezza, per poi svanire nel nulla. Il test è terminato e rimangono molti interrogativi su questa misteriosa vicenda; la giornata però si conclude tranquillamente in caffetteria, così come era iniziato il viaggi onirico creato dal nemico.

Credits Episodio
Sceneggiatura: Hayakawa Tadashi (早川正)
Storyboard: Kawagoe Jun (川越淳)
Regia: Kawagoe Jun (川越淳)
Direzione dell'animazione: Kikuchi Akira (菊池晃)


Episodio 06

titjap06

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 06. Makafushigi Daikokusama Mo Build Up!
Ideogramma Jap: 06. 摩訶不思議 大黒様もビルドアップ!

Sintesi Episodio
Alla base si cerca di istruire Kenji sulle tecniche per l'impiego di componenti alternativi per Jeeg ma il suo livello di attenzione è pari a zero. Nel frattempo nel regno Jamatai la regina Himika ha percepito il luogo dove potrebbe trovarsi la campana di bronzo appartenuta a Hiroshi Shiba e invia il ministro Ikima nell'area di Sakahoko. Amaso e Mimashi, invidiosi del compito affidato al compagno, dichiarano la loro intenzione di recuperare l'altra campana di bronzo, attualmente in mano a Jeeg. Gli eroi nel frattempo sono passati dalla teoria alla pratica e Kenji tenta nuove forme e tecniche di agganciamento con risultati disastrosi. Kenji non demorde, anche perchè se vincerà una sfida lanciata dal Comandante Yagyu potrà finalmente toccarle le tette, ormai chiodo fisso del pilota di Jeeg. Il ragazzo riesce nell'impresa e pretende il suo ambito premio, quando sul campo di battaglia arriva un robot dalle sembianze assurde: non si tratta di un Haniwa Genjin ma del Micchi n° 2, un robot realizzato e pilotato dal professor Shiba per l'allenamento di Kenji. Durante questa sessione spensierata scatta l'allarme: è stato rilevato un Haniwa Genjin nei pressi della città di Nagasaki, che viene scatenato dai ministri di Himika per attirare l'attenzione di Jeeg che puntualmente si presenta sul campo di battaglia. Il mostro nemico ha le medesime caratteristiche di Jeeg, dotato di componenti e armi per affrontare il diversificato arsenale del robot terrestre. Visto che ogni tecnica è inutile, Kenji decide di impiegare il Mach Drill, nonostante i molteplici fallimenti di aggancio durante gli allenamenti. Immaginando di palpare il seno del comandante Yagyu, Kenji riesce ad agganciarsi ai Mach Drill come nemmeno in allenamento era riuscito e, grazie ai nuovi componenti, trapana e sconfigge il nemico. Al termine della giornata avrò il suo premio ma non esattamente come se lo aspettava...

Credits Episodio
Sceneggiatura: Kakihara Yuuko (柿原優子)
Storyboard: I Hazama Kiyotaka (x) (井硲清高)
Regia: Okajima Koku Satoshi (x) (岡嶋国敏)
Direzione dell'animazione: Komine Tadashi Yoriyuki (x) (小峰正頼)


Episodio 07

titjap07

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 07. Shinnyuu! Daka Chiho No Mine He! Kemuru Daichi Ni Yatsu O Mi Ta!
Ideogramma Jap: 07. 侵入! 高千穂の峰へ! 煙る大地にヤツを見た!

Sintesi Episodio
Alla Build Base viene rilevato un movimento nemico nella zona di Takachiho: presto si intuisce che Himika sta cercando di recuperare la campana di bronzo. Purtroppo la zona è proprio nel centro dell'area di stasi temporale e non è ancora chiaro quali possano essere le conseguenze sugli esseri umani che vi si introducono. Improvvisamente un colpo di scena alla base: dopo un'assenza di 50 anni nella zona di stasi riappaiono Kikue e Mayumi Shiba, moglie e figlia del professore che le riabbraccia, disperato per essere invecchiato da solo. Kenji, colpito per la storia di Hiroshi, precedente pilota di Jeeg scomparso tempo prima e ora disperso nell'area di stasi, decide di andare alla sua ricerca, incurante di rischi e conseguenze. Fortunatamente le tempeste magnetiche nella zona del Kyushu si sono ridotte, favorendo la ricerca a cui si sono aggregati anche Miwa, Tsubaki e altri membri del team. Kenji ancora una volta deve affrontare Baruba ma di Hiroshi nessuna traccia...

Credits Episodio
Sceneggiatura: Kakihara Yuuko (柿原優子)
Storyboard: I Hazama Kiyotaka (x) (井硲清高)
Regia: Fuji Sera Junichi (x) (藤瀬順一)
Direzione dell'animazione: Iguchi Tadakazu (x), Ebara Yasuyuki (x), Abe Munetaka (x) (井口忠一,江原康之,阿部宗孝)


Episodio 08

titjap08

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 08. Ai No Chikara De Jiigu O Nerae! ?? Kanryou Koudo 1 Man Meetoru!
Ideogramma Jap: 08. 愛の力でジーグを狙え! 換装完了高度1万メートル!

Sintesi Episodio
Nella zona di stasi Tsubaki rinviene il corpo di Jeeg privo di testa, ormai già nelle mani della regina Himika che tenta invano di estrarre la campana di bronzo senza risultato, perchè la forza spirituale di Hiroshi Shiba ancora è in grado di resistere. Nel frattempo il team degli eroi continua la sua ricerca e a Kenji viene spiegata la natura della campana di bronzo, presente nel corpo di Hiroshi Shiba ma anche nella moto Raikoba, installata proprio dai genitori del ragazzo quando erano parte del Progetto Jeeg. Tsubaki stupisce tutti dicendo che la campana è già nelle mani di Himika: ella ha avuto una visione quando ha toccato la gamba di Jeeg. Nel frattempo Himika, vista l'impossibilità a estrarre la campana di bronzo dalla testa di Jeeg, decide di inviare un Haniwa Genjin per recuperare l'altra campana in mano ai terrestri, quella nella moto di Kenji. Il mostro volante attacca e Jeeg deve usare i componenti Sky Parts per affrontarlo ad armi pari...

Credits Episodio
Sceneggiatura: Soto Ike Shouji (x) (外池省二)
Storyboard: Ue Da Hide Hito (x) (うえだひでひと)
Regia: Furukawa Masami (x) (古川政美)
Direzione dell'animazione: Itou Takeshi Shi (x), Kanbe Ichirou (x) (伊藤岳史,神部一朗)


Episodio 09

titjap09

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 09. Hijou Naru Sakurya Ku! Birudobeesu Senmetsu Sakusen!
Ideogramma Jap: 09. 非情なる策略! ビルドベース殲滅作戦!

Sintesi Episodio
i componenti Sky Parts si rivelano decisivi, e gli eroi portano a casa la vittoria ma alla base non c'è il clima per gioire. Si riflette sui misteriosi poteri di Tsubaki, che le hanno consentito di individuare Jeeg nella zona di stasi senza strumenti di sorta e respingere l'Haniwa Genjin con la sola forza di volontà. Miwa parla alla nipote e le racconta che i sentimenti di Tsubaki per Kenji hanno risvegliato in lei un potere che possiede fin dalla nascita, potere di erano a conoscenza anche i genitori di Kenji. Il ragazzo esige delle spiegazioni più approfondite ma non c'è tempo per parlare: un Haniwa Genjin appare sul radar e sembra che si diriga proprio verso la Build Base. Le Build Angels decollano, seguite a ruota da Kenji, Kyo e Tsubaki. Jeeg prende forma, e per affrontare il mostro viene impiegato il Bazooka che però non scalfisce nemmeno la corazza del mostro che avanza imperterrito verso la base. Kenji decide di optare per l'impiego dei componenti Earth Parts, pera attaccare il nemico dal sottosuolo, visto che l'addome potrebbe essere il suo punto debole. La lotta è più dura del previsto, il Big Shooter viene abbattuto e sul campo di battaglia appare nuovamente Baruba...

Credits Episodio
Sceneggiatura: Soto Ike Shouji (x) (外池省二)
Storyboard: I Hazama Kiyotaka (x) (井硲清高)
Regia: Igarashi Tatsuya (x) (五十嵐達矢)
Direzione dell'animazione: Nagata Masashi (x), Matsubara Yutaka (x) (永田正美,松原豊)


Episodio 10

titjap10

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 10. Toraware Tatsu Ba Ki! Jaaku Naru Kisaki Mi Ka No Gishiki!
Ideogramma Jap: 10. 高橋 ナツコ

Sintesi Episodio
Finalmente Jeeg e Baruba comprendono le rispettive intenzioni, e assieme si dirigono all'interno del regno di Himika, col fermo proposito di salvare Tsubaki, finita nelle mani della regina. I due alleati raggiungono la vetta dell'Aso e le comunicazioni con la base si interrompono definitivamente: la zona è sotto il pieno controllo dell'Impero Jamatai. Arrivano i primi soldati Haniwa ma Jeeg e Baruba non si fanno intimorire e ne spazzano via a frotte, continuando imperterriti il loro percorso nella base nemica. Ikima si presenta per fare gli onori di casa ed evoca l'Haniwa Genjin Banshoragu, un terribile e gigantesco mostro dalle sembianze demoniache. Il mostro appare invincibile e inattaccabile dalle armi di Jeeg e dagli assalti di Baruba. Kenji è ormai spacciato, stretto in una morsa che non lascia scampo ma il ragazzo ha una volonta incrollabile e intende mantenere fede al proposito di salvare Tsubaki. I sentimenti di Kenji evocano la campana di bronzo sulla testa di Jeeg e Baruba, sconfitta dal mostro, si rialza spavalda. In uno sfolgorio di luce accade l'impensabile: Jeeg si aggancia sul dorso di Baruba, generando una formidabile combinazione di battaglia. Grazie ad un colpo di "Baruba Storm", una potente emissione energetica dalla bocca della tigre, l'Haniwa Genjin viene spazzato via e Ikima deve fuggire con la coda fra le gambe. La regina, nonostante questa novità, non si lascia intimorire: ormai il potere delle due campane di bronzo è nelle sue mani. Kenji arriva al cospetto della regina che, ubriaca di potere, è pronta a spazzare via il suo rivale ma improvvisamente ecco apparire Kyo, riconosciuto dalla regina. Si rivela così la vera natura di Kyo: mutando il suo aspetto in un gigante dalla chioma argentata, egli racconta delle sue origini. Takeru, questo il suo vero nome, è un alieno atterrato sulla Terra nel passato; nell'attesa della rinascita di Himika lui e sua sorella si sono addormentati fino a quando sono stati trovati dal Professor Shiba. Il nome di sua sorella è Miyazu, aa in quest'epoca, era conosciuta come Miya Kusanagi, ossia la madre di Kenji. Nel corso di una guerra interstellare, che durava da decine di migliaia di anni i due fratelli erano a bordo di una nave spaziale chiamata Langun, alla deriva nel cosmo. La Langun ando' fuori controllo e attraversò una distorsione dimensionale che la portò sulla Terra. Una volta giunti sul pianeta gli occupanti della nave furono costretti a compiere una scelta: vivere con gli esseri umani o dominarli? Dopo aver vissuto un po' sulla terra, Takeru e Miyazu capirono di non poter trascinare in guerra quel pianeta che amavano ma Himika aveva altre intenzioni, rivendicando la loro natura di guerrieri scelti come avanguardia di distruzione! Miyazu cercò di convincere Himika a vivere tutti insieme ma senza risultato: i due fratelli allora, assieme a Baruba, imprigionarono Himika ma poichè la regina e i suoi tirapiedi furuno creati dalla Langun, non potranno morire definitivamente finche' la Langun esiste. Per prepararsi al ritorno di Himika, Takeru e Miyazu presero le due Campane di Bronzo, le unita' di controllo della Langun, e si addormentarono per tempo immemore, per essere risvegliati nel Giappone moderno, in concomitanza con la riapparsa di Himika. I due fratelli collaborarono col Professor Shiba e assieme fondarono la Build Base, affidando la Campana di Bronzo al figlio del Professore, Hiroshi Shiba. Takeru, preparandosi ad affrontare Himika in un'ultima e sanguinosa battaglia, avverte Kenji con una frase criptica: "E' arrivato il momento per te e Tsubaki di prendervi per mano!" perchè - racconta - che Tsubaki ha protetto questa terra per tutto questo tempo: ella è "La Fanciulla di Mafutsutsukujin", colei che eredita la loro volonta' in questo mondo e Kenji ha ereditato il potere di controllare questa volonta'. Quando i due giovani uniranno le loro capacità avverrà un miracolo. Evocando la spada, Takeru si getta nel ultimo combattimento. Gli sgherri di Himika entrano in azione e viene evocata la terribile astronave Yamata no Orochi. Takeru urla a Kenji di portare a termine la sua missione: salvare Tsubaki e Hiroshi, e a dargli man forte ecco arrivare le Build Angels. Kyo viene ferito a morte, e spira pensando alla sua razza che non è stata capace di trovare una seconda patria. Kenji, salvati i compagni, riesce a imbarcarsi sul Big Shooter e decollare con gli altri del team della Build Base, lontano dalla base nemica.

Credits Episodio
Sceneggiatura: Takahashi Natsuko (高橋ナツコ)
Storyboard: Kawamura Tomoyuki (x) (河村智之)
Regia: Kawamura Tomoyuki (x) (河村智之)
Direzione dell'animazione: Kikuchi Akira, Yamashita Masahito (x) (菊池晃,山下将仁)


Episodio 11

titjap11

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 11. Tsuki O Neme!! Aku O Tatsu, Fukutsu No Omoi De!
Ideogramma Jap: 11. 柿原 優子

Sintesi Episodio
La Build Base è stata devastata dall'attacco della nave Yamata no Orochi, ma il personale si è salvato nella sezione sotterranea dell'installazione, perfettamente operativa e funzionante. Durante l'ultimo conflitto sono state mosse energie inconcepibili e la zona di stasi è stata pressochè dissipata. Dai contatti con le Forze di Difesa si apprende che le comunicazioni sono totalmente funzionanti, la zona è divenuta accessibile ma non vi è traccia della presenza di Himika, pertanto si decide di chiamare in causa la Build Station, la base spaziale comandata dal professor Dairi. Nel frattempo il professore si sta occupando di Hiroshi, il quale ha recuperato pienamente: una lesione al nervo ottico gli impedisce temporaneamente di vedere ma la sue condizioni sono eccellenti. Il ragazzo può così riabbracciare la madre e la sorellina, ma soprattutto Miwa, la quale attendeva questo momento da 50 anni, una lunga attesa che ha segnato il suo volto. Attraverso la vista offuscata Hiroshi intravede i lineamenti non più giovani della compagna che si ritrae per la vergogna e dispiacere ma non c'è amarezza nel sorriso sincero del ragazzo che sussurra: "Sono ritornato, Micchi.". Kenji intanto si dispera per aver perso il potere che consentiva alla sua Raikoba di trasformarsi nell'abitacolo di Jeeg e i nomerosi tentativi portano solo a inevitabili fallimenti. E sul campo di allenamento avviene uno storico incontro: Kenji il pilota del nuovo Jeeg incontra Hiroshi, colui che incarnava il robot nella sua prima veste. Il figlio di Shiba racconta al giovane la natura delle Campane di Bronzo, che costituiscono il nucleo di Jeeg, senza le quali non è possibile trasformarsi nel robot: Hiroshi racconta gli ultimi momenti della battaglia contro Himika sul monte Aso, ma i ricordi gli sfuggono. Ora è necessario concentrarsi e capire che strategia adottare per affrontare il regno Jamatai, privi del sostegno di Jeeg. Kenji allora, ripensando alle ultime parole di Kyo, incontra Tsubaki, ancora convalescente dopo la disavventura nel regno nemico, riflettendo sulla misteriosa natura degli antichi poteri che sono stati loro donati. Improvvisamente suona l'allarme: Himika è stata individuata ma Tsubaki, grazie alle sue capacità, ha già intuito il luogo esatto dell'avvistamento, la Luna! La ragazza ha percepito un'enorme energia, ancor più potente della campana di bronzo: è la nave con cui gli alieni sono giunti in questa zona dello spazio, secoli addietro. Kenji non ha esitazioni su come muoversi: bisogna riprendersi le campane di bronzo per sconfiggere il nemico. Il professore, compiaciuto per l'attitudine del ragazzo, controlla gli ultimi dettagli e fa decollare il Build Shuttle, una navetta spaziale semisferica facendo rotta verso il satellite terrestre, e affrontare la malefica regina per la salvezza dell'umanità.

Credits Episodio
Sceneggiatura: Kakihara Yuuko (柿原優子)
Storyboard: Sano Takashi (x) (佐野隆史)
Regia: Noborizaka Susumu (x) (登坂晋)
Direzione dell'animazione: Ebara Yasuyuki (x) (江原康之)


Episodio 12

titjap12

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 12. Saishuu Kessen! Dai Doutaku, Tatsu!
Ideogramma Jap: 12. 早川 正

Sintesi Episodio
Il team degli eroi arriva sulla Build Station, dove viene accolto dal professor Dairi, che saluta con calore i compagni che non vedeva da tempo. C'è però poco tempo per i convenevoli: sulla Luna è stata rilevata una forte emissione energetica, assai più potente delle campane di bronzo un tempo in possesso al professor Shiba. E' Himika infatti che sta perpetrando i suoi loschi rituali per ottenere il potere che le consentirà di spazzare via i terrestri e conquistare il pianeta. Gli eroi non restano a guardare: con un massiccio schieramento di forze attaccano la gigantesca astronave aliena che risponde con terribili fasci energetici distruttori. Grazie ad un gigantesco cannone orbitante, gli eroi riescono a penetrare nella base aliena coi due Big Shooter. Gli eroi si separano: Hiroshi, anche senza potersi trasformare in Jeeg combatte i nemici nella sua forma umana, mentre Kenji, dietro consiglio di Tsubaki, si getta contro un gigantesco muro di roccia che miracolosamente assorbe i corpi dei ragazzi per portarli in una dimensione onirica dove la regina domina incontrastata. Kenji, pronto a difendere Tsubaki ad ogni costo, combatte contro Himika con la sua forza spirituale. La battaglia è in stallo ma a Kenji tornano in mente le parole di Kyo: "Kenji! E' arrivato il momento per te e Tsubaki di prendervi per mano! Kenji, quando avrai compreso il vero significato della Campana, sara' la fine di questo conflitto". Preso coraggio il ragazzo cinge la mano della compagna e i sentimenti dei due generano davvero un miracolo e le due campane di bronzo rubate, magigamente tornano ai rispettivi proprietari. Le forze di difesa internazionali accusano enormi difficoltà contro i nemici alieni, ma fortunatamente ora scendono in campo i due Jeeg! Hiroshi si trasforma e Miwa gli lancia i componenti, così come Tsubaki per Kenji, trasformata la Raikoba nella testa del mitico robot. La battaglia finale ha inizio...

Credits Episodio
Sceneggiatura: Hayakawa Tadashi (早川正)
Storyboard: Oohira Naoki (x) (大平直樹)
Regia: Oohira Naoki (x) (大平直樹)
Direzione dell'animazione: Itou Takeshi Shi (x), Abe Munetaka (x) (伊藤岳史,阿部宗孝)


Episodio 13

titjap13

Titolo
Numerazione Ita: Episodio Inedito
Numerazione Jap: 13. Koutetsu Shin Ni Nare!!
Ideogramma Jap: 13. 早川正

Sintesi Episodio
Continua lo scontro tra forze terrestri e astronave aliena. Combinando il potere dell'Over Cross Blaster e dei jet delle Build Angels, viene aperta una breccia nell'astronave e dallo scafo distrutto compare una gigantesca campana di bronzo. I due Jeeg devono affrontare un agglomerato di spiriti maligni, mentre Tsubaki intende raggiungere la campana di bronzo, perchè sa che questo porterebbe alla fine del conflitto. La ragazza viene scortata dalle Build Angels e Kenji, che assiste alla scena, vede la compagna finire nelle mani del nemico. La sua rabbia è tale che avviene una clamorosa trasformazione: il ragazzo, diviene un gigantesco spirito maligno e attacca qualsiasi cosa gli si pari davanti, per la gioia di Himika, che si gode la corruttibilità dell'animo umano. Tsubaki, sconvolta per la scena dalla sua dimensione onirica, riesce a contattare il compagno e farlo rinsavire, e Kenji come mossa finale si fonde con Baruba e, grazie alla campana di bronzo donata da Hiroshi, dà vita al Kotetsushin Jeeg. Il folto di Baruba emerge dal petto del robot e viene scagliato contro il nemico un devastante Triple Spin Storm che mette fine al conflitto. Nella dimensione onirica i due ragazzi vengono alla resa dei conti con Himika: la regina non può credere ai suoi occhi ma l'amore tra i due ragazzi la sigilla nuovamente nel limbo, impedendogli definitivamente ogni smania di conquista. Gli eroi fanno ritorno sulla Terra per riprendersi le loro vite. La famiglia Shiba deve recuperare 50 anni di ricordi, Hiroshi è al comando del team motociclistico che porta il suo cognome e Kenji corre nella sua scuderia con la moto di Kyo. La vita dei protagonisti lentamente torna alla normalità; il sentimento di amore reciproco delle persone ha salvato la terra e finchè lo avranno, non perderanno mai contro il male. Intanto sul Kyushu è tornato il sereno...

Credits Episodio
Sceneggiatura: Hayakawa Tadashi (早川正)
Storyboard: Kawagoe Jun (川越淳)
Regia: Kawamura Tomoyuki (x) (河村智之)
Direzione dell'animazione: Hayama Kenji, Ebara Yasuyuki (x), Satou Osamu (x), Itou Takeshi Shi (x), Abe Munetaka (x) (羽山賢二,江原康之,佐藤修,伊藤岳史,阿部宗孝)


Legenda
(x) Dato da verificare - Da translitterazione automatica online




INDICE DEI ROBOT SEZIONE DI KOTETSU SHIN JEEG HOME

Commenti, integrazioni, critiche e correzioni a daigo@encirobot.com

[鋼鉄神ジーグ] Kotetsushin Jeeg (Kotetsu Shin Jeeg) - Actas Inc., Build Base
Le immagini presenti nel sito sono di proprieta' degli aventi diritto e sono state qui raccolte a puro scopo divulgativo.
Tutti i marchi appartengono ai legittimi proprietari.
La grafica del sito appartiene a Encirobot.com. Ne e' vietata la copiatura anche parziale di elementi, codici, sfondi, idee, o tutto cio' che ne caratterizza la sua originarieta'.
2000 - 2017 www.encirobot.com - Tutti i diritti riservati.
LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI TESTI E/O DELLE IMMAGINI E' VIETATA SALVO ESPRESSO CONSENSO DELL'AUTORE