SHINJEEG3


  
鋼鉄神ジーグ
Kotetsushin Jeeg

(Jeeg il Dio d'Acciaio)

2007 - Actas Inc., Build Base
13 episodi


Idea Originale: Nagai Go


La Trama

La vicenda ha inizio quando il professor Shiba, durante uno scavo archeologico nei pressi di Okukumano, rinviene con sua grande sorpresa una piccola Campana di Bronzo (Dotaku).
Anno 2025. Cinquant'anni dopo il ritrovamento l'anziano e coriaceo professore ricorda gli avvenimenti accaduti un tempo: nei pressi del cratere Aso Jeeg, unito al modulo H305, viene sopraffatto da Himika, malefica regina del regno Jamatai che intende conquistare la Terra. Quando ormai sembra tutto perduto, la sagoma della campana di bronzo emerge dalla fronte di Jeeg per emettere un raggio energetico luminoso. La proiezione risveglia la Mitica Spada Kusanagi, nascosta all' interno del vulcano: l'energia della Kusanagi crea una sorta di barriera spazio-temporale che sigilla e scaccia il regno di Himika, ma che isola la zona del Kyushu dal resto del Giappone, avvolgendola perennemente da una nera coltre di nembocumuli, usciti dal vulcano. Le numerose tempeste energetiche e la coltre di nubi hanno reso inaccessibile la zona, impedendo anche le comunicazioni al suo interno. Gli Americani hanno assediato la zona per qualche tempo na dopo 10 anni di inattivita', hanno abbandonato la zona: non si ricevono più comunicazioni dal Kyushu, ma vi sono ancora delle persone intrappolate all'interno...


Il protagonista della vicenda è Kenji Kusanagi, un giovane di 17 anni che frequenta Super Scuola Superiore e che pilota una moto HMB (Hyper Motor Bike) con la quale disputa competizioni agonistiche assieme al suo amico-rivale Kyo per il Team Siba.
Durante una tranquilla giornata di sole, degli strani segnali energetici vengono rilevati dalla zona proibita, e un terribile terremoto squassa la città, e parte della montagna frana disastrosamente, riportando alla luce dei manufatti di un'epoca ormai dimenticata. Gli oggetti misteriosi, simili a campane di terracotta, si animano magicamente e si aggregano tra loro formando un terribile mostro di roccia che inizia a muoversi ed attaccare la città.
Kenji, per stabilire chi è il miglior pilota, ha sfidato il rivale Kyo che presto è costretto ad abbandonare la gara: il giovane, assieme a Tsubaki (nipote di Miwa e coetanea dei ragazzi), viene richiamato alla base degli eroi.
Kusanagi si affretta per raggiungere il Santuario Tsubaki e avvisare Miwa dell'accaduto e la donna, per nulla sorpresa dell'accaduto, lo conduce dentro una grotta al cui interno è custodita una fantascientifica Hyper-Bike. Miwa consegna a Kenji la moto assieme a due guanti con l'emblema del fulmine e la chiave della moto, che ha le sembianze della testa di Jeeg.
Il mostro raggiunge il tempio e il ragazzo fa appena in tempo a inforcare la moto e fuggire a perdifiato, inseguito dal nemico.
Nel frattempo la marina nipponica si è attivata e dalla costa attacca il mostro con missili e armamenti pesanti, senza però alcun risultato.
Kenji continua a fuggire quando improvvisamente tre caccia avveniristici, pilotati da delle ragazze (Yagyu, Saotome e Mido), iniziano ad attaccare e rallentare il mostro. La fuga continua perchè il mostro non demorde quando improvvisamente ecco apparire il Big-Shooter, navetta di supporto pilotato da Kyo e Tsubaki. La ragazza preme un pulsante e lancia i componenti che, come attratti magneticamente, inseguono il povero Kenji, sempre più inconsapevole di quello che sta succedendo.
Grazie al display della moto Kenji viene informato su quanto gli sta accadendo e gli viene ordinato di unire i due pugni all'altezza del petto. Il ragazzo, più incredulo che spaventato, avvicina i pugni e la Hyper-Bike viene avvolta da un campo elettro-magnetico che la solleva verso l'alto. Il ragazzo preme un pulsante sul manubrio, le leve ruotano e comincia la trasformazione del mezzo che diventa la testa di Jeeg, all'interno del quale si forma un abitacolo protetto per il pilota rinchiuso all'interno.
I componenti si uniscono tra loro e la testa completa la formazione, dando origine a Jeeg.
Il ragazzo è meravigliato di quanto è successo e stenta a credere alla situazione in cui si trova ma non c'è tempo per pensare: il Professor Shiba e Kyo esortano Kenji a combattere, ma il mostro è più veloce e afferra il robot scagliandolo per terra. Il pilota non si fa spaventare e con una mossa di judo atterra il gigantesco mostro di roccia che rovina al suolo.
Il combattimento continua, e la guerra contro gli Haniwa Genjin è appena iniziata..."

Il Finale

Il ministro Ikima trova la testa del primo Jeeg nella zona di stasi e la porta al cospetto della malefica Himika. La regina rapisce anche la giovane Tsubaki, poichè inconsapevole depositaria di anmcestrali poteri. Grazie a un potente sortilegio la sovrana riesce a impossessarsi di entrambe le campane di bronzo in possesso dei terrestri.
La situazione è drammatica e bisogna reagire perchè non è possibile lasciare tanto potere in mano al nemico. Il redivivo Hiroshi, assieme a Kenji e al team della Build Base affrontano Himika in un combattimento sulla Luna dove la regina ha ripreso possesso della nave aliena Langun. Si è scoperto infatti che nel corso di un'antica guerra interstellare, che durava da decine di migliaia di anni, una nave spaziale chiamata Langun finì alla deriva nel cosmo. La Langun ando' fuori controllo e attraversò una distorsione dimensionale che la portò sulla Terra. Una volta giunti sul pianeta gli occupanti della nave furono costretti a compiere una scelta: vivere con gli esseri umani o dominarli? Dopo aver vissuto un po' sulla terra, due pacifici fratelli, Takeru e Miyazu, capirono di non poter trascinare in guerra quel pianeta che amavano ma Himika aveva altre intenzioni e rivendicò la loro natura di guerrieri scelti come avanguardia di distruzione! Miyazu cercò di convincere Himika a vivere tutti insieme ma senza risultato: i due fratelli allora, assieme al dio-animale Baruba, imprigionarono temporaneamente Himika in un limbo. Per prepararsi al ritorno di Himika, Takeru e Miyazu presero le due Campane di Bronzo, le unita' di controllo della Langun, e si addormentarono per tempo immemore, per essere risvegliati nel Giappone moderno, in concomitanza con la riapparsa di Himika. I due fratelli presero sembianze umane e collaborarono col Professor Shiba: Takeru prese il nome di Kyo, e le sembianze di un giovane liceale, mentre Miyazu prese il nome di Miya Kusanagi, con le sembianze di una giovane studiosa. La donna si sposerà e avrà un figlio, Kenji, il cui destino futuro sarà quello di essere il prescelto per pilotare Jeeg e salvare l'umanità. Assieme al professore i due fratelli alieni fondarono la Build Base, affidando la Campana di Bronzo al figlio del Professore, Hiroshi Shiba.
La battaglia finale in orbita lunare vede un massiccio schieramento di forze su entrambi i lati, e giunge al culmine quando Jeeg si fonde con Baruba e alla campana di bronzo di Hiroshi, dando origine al Kotetsushin Jeeg, l'arma definitiva contro i nemici alieni. Ma la battaglia finale avviene sul piano onirico, dove si affrontano la malefica regina e Kenji e Tsubaki. La sovrana aliena è certa del suo terribile potere, ma non ha fatto i conti con la forza del sentimento dell'amore, che la sconfigge inesorabilmente e la sigilla nuovamente nel limbo.
Gli eroi hanno avuto la meglio e la pace è tornata definitivamente sulla Terra.

Nota di Continuity: Kotetsu Shin Jeeg non è un remake della serie storica, e nemmeno può considerarsi esattamente un sequel.
Tale serie è stata realizzata impiegando la trama della serie storica come spunto ma non essa non ha alcuna relazione di continuità benchè molti personaggi siano apparentemente gli stessi. Come da dichiarazioni dell'autore, tale serie è il sequel di un manga di Jeeg ancora inedito in Italia, e che narra vicende differenti dalla serie televisiva storica.




INDICE DEI ROBOT SEZIONE DI KOTETSU SHIN JEEG HOME

Commenti, integrazioni, critiche e correzioni a daigo@encirobot.com

[鋼鉄神ジーグ] Kotetsushin Jeeg (Kotetsu Shin Jeeg) - Actas Inc., Build Base
Le immagini presenti nel sito sono di proprieta' degli aventi diritto e sono state qui raccolte a puro scopo divulgativo.
Tutti i marchi appartengono ai legittimi proprietari.
La grafica del sito appartiene a Encirobot.com. Ne e' vietata la copiatura anche parziale di elementi, codici, sfondi, idee, o tutto cio' che ne caratterizza la sua originarieta'.
2000 - 2017 www.encirobot.com - Tutti i diritti riservati.
LA RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE DEI TESTI E/O DELLE IMMAGINI E' VIETATA SALVO ESPRESSO CONSENSO DELL'AUTORE