Etimogia dei nomi

Le famiglie di Kappei, Keiko e Uchuta hanno tutte l'ideogramma "kami" nel cognome. Tale ideogramma significa letteralmente "divinitÓ" e viene usata per nominare anche il Dio del cristianesimo. Ora, come sappiamo, la famiglia originale giunse sul nostro pianeta circa 400 anni fa, in un'epoca ancora dominata dal medioevo (in Giappone, almeno). Logico pensare, dunque, che fossero scambiati per divinitÓ.

Thanks to SaotomeMondo